La storia del Premio “Più a sud di Tunisi”

La storia del Premio “Più a sud di Tunisi”

Il “Premio Nazionale di Giornalismo, Saggistica e Letteratura Più a sud di Tunisi” è la più longeva e prestigiosa manifestazione culturale che si svolge a Portopalo. Inaugurato nel 2006 e da allora sempre presente, anno per anno, il Premio promuove il giornalismo, la saggistica e la letteratura di qualità, con premiati di grande caratura culturale. Una rassegna che nel tempo si è allargata alla musica e al cinema d’autore, con concerti di pianoforte (tributo a Ennio Morricone) e live acustici incentrati sulla canzone d’autore.
Dal 2015, inoltre, è stata istituita una categoria, denominata “Premio Speciale Capo Passero”, in cui vengono premiate le eccellenze del territorio. Nel territorio di Portopalo di Capo Passero, questa iniziativa rappresenta il fiore all’occhiello in ambito culturale, l’unica che può vantare un percorso con una continuità che quest’anno taglia il traguardo dei “tre lustri”. La manifestazione anche quest’anno avrà lo scenario suggestivo del piazzale esterno della Chiesa Madre di Misericordia (area che si affaccia sul golfo di Capo Passero, offrendo una visuale incantevole agli spettatori e ai partecipanti alla kermesse culturale) mentre le serate speciali (musica e cinema d’autore, letteratura sportiva) si terranno all’interno del Cortile “Sotto il Ponte” (via Lucio Tasca, retro Chiesa san Gaetano) divenuto in questi anni una location molto suggestiva per incontri culturali.

La macchina organizzativa si è allargata inoltre allestendo un’iniziativa collegata al Premio: la rassegna di letteratura sportiva denominata “Osvaldo Soriano Futbol Fest”, dedicata al grande scrittore argentino e che ha visto gli interventi di grandi nomi del giornalismo sportivo italiano (Massimiliano Castellani, Massimo Raffaeli, Emanuele Dotto, Darwin Pastorin, Pasquale Coccia, Cosimo Argentina, Lamberto Boranga), allestendo anche serate con reading dedicati alla narrazione dello sport e del calcio in particolare e sempre con un notevole seguito di pubblico.
Nel territorio di Portopalo di Capo Passero, questa iniziativa rappresenta il fiore all’occhiello in ambito culturale, l’unica kermesse che può vantare un percorso con una continuità consolidata.

L’ideatore e promotore del “Premio Più a Sud di Tunisi” è stato don Calogero Palacino, parroco della Chiesa san Gaetano di Portopalo, unica parrocchia del paese. Fu il prete originario di Raddusa, a Portopalo dai primi anni 90 fino al 2010, deceduto nel dicembre 2017, a lanciare la manifestazione con l’intento di evidenziare il giornalismo e la saggistica di qualità, avendo attenzione verso tutti gli ambiti territoriali: nazionale, regionale, provinciale e locale.  Nelle prime quattro edizioni, presidente della Giuria del Premio è stato il docente universitario Gaetano Foti (professore ordinario di Fisica all’Università di Catania), cittadino onorario di Portopalo, deceduto alcuni anni fa.